Disagi negli uffici postali di San Paolo e via Gramsci, proteste del sindaco Giammusso

Da qualche giorno si registrano disagi negli uffici postali di via San Paolo e via Gramsci a Gravina di Catania, con lunghe file e malcontento tra gli utenti.
Disagi causati a quanto pare dalla nuove politiche aziendali di Poste Italiane Spa. L’azienda, infatti, starebbe portando avanti una riduzione del personale negli uffici postali minori. Ad essere colpiti in questo caso, da questa riduzione del personale agli sportelli, proprio gli uffici di via San Paolo e via Gramsci di Gravina. Una situazione che si sta ripercuotendo inevitabilmente sugli utenti.
Su questa riduzione del personale negli uffici postali di San Paolo e via Gramsci è intervenuto il sindaco di Gravina di Catania, Massimiliano Giammusso: ‹‹Quello cui stiamo assistendo, in questi giorni, davanti all’ufficio postale di San Paolo, sarebbe da prevenire con apposite misure o meglio ancora evitare. Persone, anche anziane, costrette a file interminabili all’esterno degli uffici, con evidenti rischi in caso di condizioni climatiche avverse. Chiediamo ai vertici di Poste Italiane Spa di ripensare a questi interventi sul personale che hanno ricadute disagevoli sul territorio. Questo almeno, – prosegue il sindaco Giammusso – per quanto ci riguarda. L’ufficio postale di San Paolo, che ogni giorno serve una importante fetta di popolazione, non può avere un solo sportello destinato al pubblico, così come deve essere garantita piena funzionalità anche a quello di via Gramsci. Mi auguro – conclude Massimiliano Giammusso – che i vertici di Poste Italiane Spa possano tenere conto delle legittime lamentele degli utenti e della mia richiesta››.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.