Gravina, al via i Puc nelle scuole con i percettori del reddito di cittadinanza

Sono 50 i percettori di reddito di cittadinanza che da oggi (1 marzo 2022) hanno iniziato le attività nei Progetti di pubblica utilità: in questa fase il Puc prevede l’impiego dei soggetti nelle scuole comunali, dove svolgeranno attività integrative rispetto a quelle già fornite dal Comune, come la vigilanza esterna ed interna, il supporto e l’affiancamento ai collaboratori scolastici e nel servizio mensa. A darne notizia sono stati il sindaco Massimiliano Giammusso e l’assessore con delega ai Servizi sociali Elvira Tarantini. Stamattina infatti, al Centro civico, sede dei Servizi sociali comunali si è tenuto l’incontro con i dirigenti scolastici della Giovanni Paolo II, della Tomasi di Lampedusa e della Rodari-Nosengo, i quali hanno individuato i tutor aziendali che si coordineranno con il referente comunale dei Puc.

‹‹L’iter per attuare la misura ha richiesto diversi passaggi amministrativi – ha spiegato il primo cittadino – poiché era necessario coinvolgere il Centro per l’impiego, che ha competenza diretta nei progetti di inclusione lavorativa. Così come è stato necessario reperire le risorse a copertura dei costi diretti dei progetti, come l’assicurazione, la formazione e la dotazione dei presidi di sicurezza. L’amministrazione ha rispettato il crono-programma dell’assessorato regionale – ha continuato il primo cittadino – e abbiamo dato il via all’iter con un mio atto di indirizzo a dicembre del 2020. A gennaio 2021 è arrivato il parere favorevole dell’assessorato regionale per l’utilizzo delle risorse del piano povertà, come da proposta di attuazione presentata dal nostro Ufficio piano. Successivamente con una delibera di giunta dell’aprile del 2021 abbiamo dato mandato ai singoli servizi di procedere all’attivazione dei progetti››.

‹‹I percettori del reddito di cittadinanza saranno impiegati in questo progetto per 8 ore la settimana divise su due giorni – ha spiegato l’assessore Elvira Tarantini presente all’incontro che ha segnato l’avvio del progetto trimestrale – abbiamo inoltre consegnato le pettorine identificative per i soggetti che prenderanno parte ai Puc››.

‹‹I prossimi mesi partiranno altri due progetti per attività di piccola manutenzione degli edifici comunali e anche all’interno dei parchi comunali. Voglio ancora una volta sottolineare il lavoro svolto dai nostri uffici – ha concluso il sindaco Giammusso – in particolare il lavoro svolto dall’Ufficio piano, con la dottoressa Giusy Scalia, dal 4° Servizio, con il responsabile dottor Enzo Bontenpo e dall’11° Servizio, in particolare del responsabile dottor Santo Lagona››.

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.