Record di raccolta differenziata a Viagrande

Un traguardo mai raggiunto prima. Un record per Viagrande in ambito ambientale il 78,14% di raccolta differenziata registrato a fine marzo frutto della costanza, della tenacia e della collaborazione dei cittadini, dell’Amministrazione comunale e di Dusty che si occupa del servizio di igiene ambientale in città dall’1° giugno 2020. Questo sorprendente balzo in avanti, compiuto in pochi mesi dal precedente significativo 71.95% registrato a fine gennaio, dimostra che la programmazione unita alle azioni di sensibilizzazione, sono gli strumenti giusti per aiutare i cittadini nel fare correttamente la raccolta differenziata. «Il lavoro di squadra compiuto dall’Amministrazione, dalla Dusty (la società incaricata del servizio), e dai cittadini, ha portato i risultati attesi. Nel mese di marzo abbiamo sfiorato l’80%, fermandoci ad un 78,14% che rappresenta la punta più alta mai toccata dalla nostra cittadina» afferma Francesco Leonardi sindaco di Viagrande. Il merito del risultato ottenuto è dunque, dei cittadini virtuosi che rispettano le modalità di conferimento; è il frutto di un’Amministrazione attenta che monitora e segnala con puntualità i casi di irregolarità, ed è il plauso al lavoro compiuto sul campo dagli operatori Dusty che si spendono per il territorio sin dall’avvio dell’appalto. «Dall’inizio del nuovo servizio di igiene urbana – ha sottolineato Carmelo Gatto assessore all’Ambiente del Comune di Viagrande -, l’aumento della percentuale della differenziata è stata costante, frutto del certosino e sinergico lavoro svolto in questi mesi e della sempre più crescente sensibilità della cittadinanza. L’aver sfiorato la soglia dell’80% rappresenta un grandissimo risultato che assume un valore ancora maggiore se consideriamo i dati di medio periodo. Negli ultimi cinque mesi, da novembre a marzo, la media si è attestata ad un eccellente 71,2%». Mese dopo mese, rispettando il cronoprogramma previsto dal capitolato è stata superata abbondantemente la soglia del 65% prevista al completamento del primo anno di appalto. Il raggiungimento del 78,14% a fine marzo è la dimostrazione di come sia fondamentale la sinergia avviata tra Amministrazione comunale, impresa di igiene ambientale, e i cittadini virtuosi che sono i veri protagonisti del cambiamento. Si sintetizza così la mission Dusty. «Siamo consci che la vera sfida è rappresentata dal mantenimento delle percentuali raggiunte, riuscendo a sopperire agli eventuali disagi derivanti dalle chiusure degli impianti di conferimento, ma possiamo dire di essere sulla strada giusta. È anche il caso di ricordare – hanno aggiunto Leonardi e Gatto – che oltre al centro urbano, il nostro territorio si estende fino a San Giovanni La Punta da una parte, e fino a Zafferana dall’altra includendo alcune aree, specie quelle a nord, il cui controllo non è agevole e dove subiamo il fenomeno degli “sporcaccioni” di passaggio che deturpano l’ambiente e vanificano parte degli sforzi compiuti».

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.