Il Catania impatta con la Turris

Il Catania non riesce ad andare oltre il pareggio nella sfida interna contro la Turris. Un Catania poco grintoso e messo male in campo impatta in uno scialbo pareggio interno contro la Turris. La squadra allenata da Peppe Raffaele gioca una partita speculare restando imbrigliata nelle maglie della Turris. La squadra campana svolge bene il compitino e rischia anche di segnare in contropiede. Il Catania, in più di una occasione, ha cercato di sfondare per vie centrali trovando l’attenta difesa della Turris sempre pronta a disimpegnare. Probabilmente si sarebbe dovuto correre ai ripari cambiando modulo e puntando sul gioco nelle fasce. Tanta la delusione dei tifosi che nei social hanno manifestato tutta la loro rabbia. Tra i giocatori rossazzurri messi in campo sicuramente positiva la partita di Emanuele Pecorino che, tuttavia, è stato quasi sempre costretto a giocare spalle alla porta. Insufficienti le prove di Zanchi e Pinto, probabilmente ancora stanchi del turno infrasettimanale, e di Mariano Izco che sembra la brutta copia di quello che ricordavamo in serie A. Il giocatore argentino ha pagato la veemenza e la freschezza atletica dei giovani calciatori della Turris. Deludente anche la prestazione di Kevin Biondi che non ricorda affatto il giocatore che avevamo apprezzato la scorsa stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.